Maurizio Nichetti: immagini da un’Autobiografia Involontaria

Maurizio Nichetti

Maurizio Nichetti

«Tu conosci Maurizio Nichetti
Forse no, se hai meno di vent’anni.
Eppure ho la sensazione che, se ti mostrassi un fotogramma estrapolato da Ratataplan o il personaggio animato di Volere volare, quei capelli arruffati, gli occhiali tondi e i prominenti mustacchi non ti giungerebbero nuovi. Read more

Daily, Emilia

Daily, Emilia

Daily, Emilia

Daily, Emilia” è il primo passo di una serie di lavori che riguarderanno la vita quotidiana di alcune persone, vista e “tradotta” attraverso la mia fotografia e il mio stile.

L’idea del progetto non è quella di fermare dei fotogrammi di vita vera come potrebbe fare un reporter, bensì Read more

Seren Rosso “46664”: un EP sull’Africa di Nelson Mandela.

Seren Rosso - 46664

Seren Rosso – 46664

È uscito il 16 Dicembre, per l’etichetta Ænima Recordings, il nuovo EP del cantautore torinese Maurizio Seren Rosso, con la partecipazione del chitarrista Marco Roagna (Arti & Mestieri, MP3, ecc).

Il disco è un viaggio attraverso l’Africa e la vita di Nelson Mandela (46664 era il numero identificativo di Mandela durante la sua carcerazione). Personalmente ho curato la fotografia della copertina (il braccio è il mio, “africanizzato” in postproduzione). Read more

AA: the Leri TripTych

AA: the Leri TripTych

AA: the Leri TripTych

Leri Cavour, paesino fantasma vicino a Vercelli, è sempre stata una delle mie location preferite per foto e video. Colgo l’occasione per ricordare il video del primo singolo del mio progetto musicale “Lucynine“. Si intitola Black Babel e vede la partecipazione di John Baggott, tastierista di Massive Attack, Portishead e Robert Plant.
Link: http://www.youtube.com/watch?v=4HkwBTzWnSM

Sono tornato a Leri pochi giorni fa con il mio amico e collega Amedeo Abello e abbiamo avuto una sorpresa. Read more

Alla ricerca della location

Ho imparato a guidare l’automobile a undici anni. Ho preso la patente poco prima dei diciannove. Ho sempre adorato stare al volante. Fin da subito ho preso l’abitudine ad utilizzare parte del mio tempo libero per girovagare, senza una meta, alla ricerca di posti curiosi, di strade poco conosciute, perdendomi, a volte dovendo poi fare centinaia di metri in retromarcia per poter ritornare sulla strada battuta.

LocationDa fotografo, ho cominciato a dare un senso a queste “gite” improvvisate. Ad oggi posso dire di avere un archivio di location piuttosto corposo. Archivio che mi torna molto utile quando c’è da fare qualche lavoro in esterni e si deve decidere “dove”.

La ricerca di una location non è, in ogni caso, un’attività banale. Read more

CONTATTI